Galeotto fu il libro… e la Rassegna Vigevano 2021

-

Ritorna la Rassegna Letteraria: dal 13 al 17 ottobre alla Cavallerizza del Castello Sforzesco. Anche se, a dire il vero, non si è mai fermata, neanche lo scorso anno. Curioso il titolo “Galeotto fu il libro”: trae ispirazione dal famoso verso di Dante Alighieri del Canto V dell’Inferno «Galeotto fu ‘l libro e chi o scrisse: quel giorno più non vi leggemmo avante». Il sindaco Andrea Ceffa, nel corso della conferenza stampa di presentazione della rassegna ha sottolineato come abbiano

tutti bisogno di cose belle e stimolanti, che ci riabituino a pensare: un libro, in questo, è il veicolo migliore per pensare pensieri nuovi

IL PARTERRE Assieme al sindaco anche Ermanno Paccagnini direttore artistico della rassegna, Alessandra Todisco consulente editoriale della medesima, la dirigente del settore Laura Re Ferrè, Martina Azzolari, Raffaella Barbero e Franca Ottoboni, “colonne portanti” del settore cultura; accanto a loro Luigi Grechi vice presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano, uno degli sponsor dell’iniziativa. Grechi ha sottolineato l’importanza di tornare ad assistere ad un evento in presenza e rimarcato il grande lavoro svolto dagli uffici del comune. «Questa rassegna è nata molti anni fa in modo dilettantistico – ha detto Grechi – ed ora è diventata un gigante: se ne parla non solo in città, anche altrove, e sono tanti a prenotarsi, ad assistere agli incontri. Molti di questi arrivano da altre zone: è evidente che quello che si organizza, piace e interessa, un risultato che si è sempre più consolidato nel tempo».

11 CUL Rassegna letteraria - pubblico 2020
il pubblico alla mini rassegna del 2020

«Usciamo da un periodo nel quale non si è mai scritto così tanto – ha detto Paccagnini – pensate che al premio Campiello sono arrivati il doppio dei libri normalmente pervenuti. Quindi nelle lunghe giornate chiusi in casa, più d’uno si è messo a scrivere, per i motivi più disparati, fatto sta che poi, quel manoscritto è stato pubblicato e, magari, qualcuno è anche tra i più venduti dell’anno. Adesso, tornando finalmente con gli incontri in presenza, ritorniamo anche a lasciare qualche traccia, qua e là:»

il nostro invito è quello di incontrare le parole degli altri, quelli degli incontri in programma, per poi, magari mettersi a scrivere qualcosa di personale

Gli ha fatto eco Alessandra Tedesco: «Con le conferenze della rassegna cercheremo di comprendere la realtà con leggerezza che, non vuol dire superficialità, ma capacità di planare sulle cose dall’alto, cogliendone il senso che serve alla nostra vita».

Alice Scalas Bianco
La vincitrice del premio Campiello Giovani Scalas Bianco (foto Ansa – Andrea Merola)

GLI INCONTRI E di autori in grado di condurci lungo questo percorso, nella rassegna ce n’è d’avanzo: a cominciare dalla Lectio Magistralis, che aprirà ufficialmente gli incontri della rassegna letteraria, dello psicanalista Massimo Recalcati, che la dedicherà proprio alla lettura e al libro, per chiudere con Alice Scalas Bianco, una protagonista vigevanese. Difatti ha da poco vinto il Premio Campiello Giovani, il 17 ottobre. Michele Linsalata, responsabile di Rete Cultura, ha detto: «La rassegna è molto partecipata: anche gli altri appuntamenti, quelli del “fuori rassegna” sono sempre molto graditi. La cultura migliora la qualità della vita: basta pensare alle prenotazioni degli eventi che brevemente raggiungono il numero massimo di persone che possono contenere, per comprendere questa verità». Pensare bene, insomma, fa star bene.

Il sito ufficiale della rassegna

Isabella Giardini

Pubblicità

Per info sulla pubblicità:
Email - araldo@diocesivigevano.it
Telefono 3286736764

POPOLARI