12.3 C
Vigevano
venerdì, Ottobre 22, 2021
More
    HomeDiocesiE' l'anno del "doppio" palio

    E’ l’anno del “doppio” palio

    Due edizioni del Palio dei Fanciulli e una edizione del Palio delle Contrade: quelle che la pandemia ci ha “rubato”. L’Associazione Sforzinda riparte da qui, pronta a festeggiare, la quarantesima edizione del Palio delle Contrade. E, anche se la macchina del Palio non si è mai fermata, i soci e le contrade hanno continuato a lavorare, compatibilmente con le restrizioni che sono state imposte in questo lungo periodo, per affermare che il Palio c’è. Quindi, il Palio riparte. E lo fa con una nuova presidentessa, Anna Maria Barbaglia che spiega: «Per tanto, troppo tempo abbiamo aspettato di poterlo dire e finalmente il momento è arrivato. La pandemia ha cambiato le nostre vite per quasi due anni ma non ha cambiato la nostra voglia di Palio, quel Palio che per quarant’anni ha accompagnato le celebrazioni del nostro Patrono e Protettore, il Beato Matteo Carreri. Dal 9 all’11 ottobre il Palio, quindi, ritorna per festeggiare quell’anniversario importantissimo che la pandemia ha “congelato”.
    Questa edizione sarà ancora condizionata dalle regole dettate dalla nostra condizione sanitaria e nel rispetto della tutela della salute senza però far mancare momenti di divertimento, suspence e spettacolo». Si riparte sabato 9 ottobre alle ore 20.45 con la tradizionale offerta, da parte delle contrade, del Cero al Beato Matteo. Come stabilisce la tradizione il dono del cero avverrà dopo la celebrazione della Santa Messa in San Pietro Martire, alle 21, alla presenza delle 12 corporazioni delle contrade che faranno il loro ingresso partendo dal cortile della Parrocchia. Clou dei festeggiamenti domenica 10 ottobre. Al mattino, nel cortile del Castello, alle 10.30, si ritroveranno i rappresentanti delle dodici contrade che, insieme ai Duchi di Milano, assisteranno, alle ore 11, al solenne Pontificale in onore del Beato Matteo celebrato nella chiesa di San Pietro Martire da Monsignor Maurizio Gervasoni, Vescovo di Vigevano, alla presenza della autorità cittadine. Dalle ore 14.30 si apriranno le porte del maniero per consentire l’ingresso del pubblico che potrà avvenire soltanto se munito di Certificazione Verde (Green Pass). Il pubblico che vorrà accedere al Castello avrà due possibilità: con la prenotazione obbligatoria, attraverso la piattaforma web Eventbrite, o pagando un biglietto dal costo di 2 euro valido solo per visitare il borgo rinascimentale, ed un biglietto del costo di 5 euro per usufruire dei posti a sedere appositamente predisposti per assistere “in prima fila”, in sicurezza, agli spettacoli e ai giochi. In palio l’assegnazione del cencio della quarantesima edizione del Palio degli adulti e della ventesima edizione del Palio dei Fanciulli che in questa “edizione speciale” sono uniti in un unico cencio realizzato dall’artista vigevanese Ale Puro che ha messo a disposizione del Palio il suo talento, caratterizzato da un tratto giovane, moderno, spiritoso, che mette allegria solo a guardarlo. «I suoi disegni si riconoscono immediatamente per le sue linee semplici, per i dolci colori e per il senso del sogno e la ricerca del ricordo – continua Barbaglia – I suoi personaggi, ormai diventati delle vere e proprie icone dell’arte contemporanea, sono simboli di speranza per un futuro migliore sia sociale che morale». Tutte le contrade e la famiglia Ducale faranno il loro ingresso alle 15.30 circa dall’arco gotico del Castello per poi raggiungere i posti loro assegnati. Ad accompagnare la disputa dei giochi, saranno presenti i figuranti delle 12 contrade, i musici e alfieri dell’Onda sforzesca e le dame e cavalieri del Centro ippico El Sueno de Verano. Una volta completate le cerimonie della tradizione inizieranno i giochi che per questa edizione vedranno gareggiare grandi e piccoli insieme per aggiudicarsi il cencio. E’ questa la grande novità di questa edizione della ripartenza. Mano nella mano, i giocatori e il “futuro” del Palio disputeranno i quattro giochi: l’Albero del Melo cotogno, la Corsa con le carriole, la corsa con il Cerchio e infine la ricostruzione della Torre del Bramante. La disputa dei giochi di domenica 10 ottobre sarà trasmessa on-line sul canale Fb di ViViVigevano e sul sito di RadioBCairoli. I festeggiamenti in onore del Beato Matteo si concluderanno lunedì 11 ottobre con una santa messa di ringraziamento, alle ore 18,30, nella chiesa di San Pietro Martire con successivo gesto simbolico della consegna del Cencio al Beato da parte della contrada vincitrice. Il Palio delle Contrade ha il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Vigevano e la preziosa collaborazione di alcuni sponsor e partner tecnici. Il palio ha un sito www.paliodivigevano.it, un profilo Facebook Il palio di Vigevano, un profilo Instagram il_palio_di_vigevano.

    Isabella Giardini

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,537FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764