12.3 C
Vigevano
venerdì, Ottobre 22, 2021
More
    HomeVigevano"Superstrada", dopo l'ok del Parlamento Anas aspetta il commissario

    “Superstrada”, dopo l’ok del Parlamento Anas aspetta il commissario

    Dopo il via libera del Parlamento si attendono le nomine dei commissari da parte del ministero delle Infrastrutture per il secondo blocco di opere pubbliche da realizzare col “modello Genova”, tra cui compare anche il collegamento Vigevano-Magenta.

    In ritardo e in maniera rocambolesca, ma dopo il Senato anche la Camera la settimana scorsa ha acceso il semaforo verde, un responso che il Ministero delle infrastrutture e Anas che si dice «pronta a partire», così come gli altri responsabili unici dei procedimenti per i diversi progetti, aspettavano entro l’inizio di luglio.

    Per quanto riguarda i deputati, si è rischiato un ulteriore slittamento in quanto uno dei relatori, Generoso Maraia del Movimento 5 Stelle per la commissione Ambiente, ha deciso in un primo momento di non presentarsi alla seduta congiunta con la commissione Trasporti di mercoledì scorso, quella in cui si doveva votare il parere da fornire al Governo. Una situazione che ha suscitato «profondo imbarazzo» nell’altro relatore, Edoardo Rixi della Lega, e tra gli altri colleghi dell’onorevole Maraia, non ultima la deputata e compagna di partito Paola Deiana. Con la mediazione di quest’ultima e della presidente Raffaella Paita è stato possibile aggiornare la seduta e riprenderla poco dopo, acquisendo il «parere favorevole con osservazioni».

    LA MEDIAZIONE Osservazioni che non sono relative alle opere di cui si propone il commissariamento, ma chiedono un maggiore coinvolgimento di Regioni ed enti locali piuttosto che strumenti per supportare l’azione dei commissari o la proposta di aumentarne il numero, e soprattutto di prevedere un nuovo decreto per aggiungerne di nuove. Sì perché se ancora all’inizio del 2021 erano tanti i detrattori dell’estensione del “modello Genova” e anche la Vigevano-Magenta subiva gli attacchi del fronte del no, ora questi sembrano essere evaporati col sopraggiungere dell’estate o forse con il dipanarsi dell’azione esercitata dal Governo. E’ presto per dire se si tratti solo di un posizionamento tattico, lo stesso che ha portato Città metropolitana a proporre un progetto alternativo che avrebbe fatto ripartire quasi da zero l’iter di approvazione in concomitanza con la notizia che l’infrastruttura avrebbe potuto essere commissariata, o di una svolta definitiva, perché il Parlamento ha dato il via libera e il Mite si appresta a designare i commissari, ma alcuni nodi restano da sciogliere.

    Superstrada Vigevano-Magenta le tre tratte
    Superstrada Vigevano-Magenta le tre tratte come apparivano prima dell’approvazione del progetto definitivo (fonte: Camera di Commercio di Pavia)

    IL PROGETTO Per la “superstrada”, che in realtà è un asse viario a due corsie, una per senso di marcia, di categoria C1, ad affrontarli dovrebbe essere il dirigente Anas Eutimio Mucilli, così come indicato dallo schema di decreto inviato alle Commissioni, ma il ministro Enrico Giovannini potrebbe accogliere la doppia indicazione di Senato e Camera di ampliare il numero dei tecnici selezionati e quindi la designazione potrebbe anche cambiare. Chiunque sarà dovrà prima di tutto confrontarsi con il ministero della Transizione ecologica per concludere la “verifica di ottemperanza alla Valutazione d’impatto ambientale”, pendente da marzo del 2020 e avviata da Anas dopo che il Tar di Milano aveva annullato la delibera Cipe 7/2018 proprio perché mancava questo passaggio. In seconda battuta dovrà capire se la Struttura tecnica di missione del Mit ha revisionato o meno il progetto definitivo, come era stato richiesto nel 2019 dall’allora ministro Paola De Micheli (Pd), una valutazione che ad aprile non era finita perché, come spiegavano fonti ministeriali, erano stati necessari «approfondimenti tecnici» ed era «in corso un lavoro di sintesi» da ultimare «in tempi brevi».

    Giuseppe Del Signore

    POPOLARI

    I canali ufficiali

    1,537FansLike

    Pubblicità

    Per info sulla pubblicità:
    Email - araldo@diocesivigevano.it
    Telefono 3286736764