Operazione Viavai, inizia il Grest

Il “viavai” è cominciato! Negli oratori è finalmente iniziata l’esperienza del grest, allietando e accompagnando la vita di bambini e ragazzi, di animatori ed educatori, di famiglie e di sacerdoti che ogni anno partecipano con gioia a questo grande evento, mettendosi in gioco.

IL RACCONTO L’esperienza del camminare accompagna la narrazione del grest: non solo il cammino fisico, ma chiaramente la metafora della vita di ciascuno, con certi obiettivi, mete, desideri e speranze, nonostante le numerose fatiche e le difficili prove che costellano ogni giorno l’esistenza dei cristiani, e non solo. La Divina Commedia di Dante Alighieri è la perfetta narrazione del cammino dell’uomo, alla scoperta di un lungo viaggio comprendendo gli errori e le fragilità umane, la possibilità di redenzione e cambiamento e la bellezza di una vita buona e santa in Dio.

LA PREGHIERA Nella preghiera che il sussidio composto da Odl (l’insieme delle équipe delle pastorali giovanili delle diocesi lombarde) ci sono tanti spunti significativi e interessanti per accompagnare i bambini nell’esperienza estiva del grest, come il racconto dei discepoli di Emmaus: nel loro cammino desolato fuori Gerusalemme, dopo la morte di Gesù, il disorientamento si tramuta in gioia nell’incontro con il Risorto e che spinge loro ad annunciare tale gioia ai fratelli, ancora intimoriti per le possibili persecuzioni. Insieme, anche la vicenda biblica di Tobia che intraprende un viaggio per riscuotere dieci talenti d’argento, accompagnato dall’arcangelo Gabriele sotto mentite spoglie. Altri racconti di Bruno Ferrero e le biografie di alcuni personaggi (Alberto Manzi, san Francesco d’Assisi, San Luigi Gonzaga e Chiara Lubich), aiutano nella narrazione della bellissima esperienza del Grest.

SOCIALITA’ L’esperienza estiva dei grest risulta essere un momento topico della vita pastorale delle parrocchie: spesso pare come un mero servizio per la comodità delle famiglie che devono trovare una soluzione per occupare il tempo dei loro bambini, ma tante altre famiglie reputano che la vita oratoriana sia una significativa occasione di socialità e di crescita per i più piccoli. Anche i ragazzi che si prodigano nel servizio come animatori, aiutoanimatori ed educatori, esprimono la bellezza di una nuova generazione carica di speranza e non “bruciata”. Infine il grest può essere davvero occasione per ripartire con un nuovo slancio nella vita pastorale e spirituale di molti, giovani e adulti. Per questo L’Araldo Lomellino accompagnerà la cronaca e i racconti dei grest delle parrocchie e i vicariati della Diocesi nel corso dell’estate.

don Paolo Butta

Le ultime

Dichiarato fallito il calzaturificio Moreschi

Moreschi è fallita. La storica azienda, che per più...

Infermieristica, iscrizioni ok a Vigevano

L’Ospedale civile di Vigevano può continuare a contare sulla...

Dipendenze / I servizi: quanti sono e come operano in Italia

A chi può rivolgersi chi si trova a sperimentare...

Oscar green ad un giovane risicoltore

Una tecnica antica rivisitata in chiave moderna, con un...

Login

spot_img
araldo
araldo
L'Araldo Lomellino da 120 anni racconta la Diocesi di Vigevano e la Lomellina, attraversando la storia di questo territorio al fianco delle persone che lo vivono.