12.3 C
Vigevano
martedì, Agosto 4, 2020
More
    Home Sport Solidearietà, 6000 euro raccolti con l'asta dei cimeli del basket

    Solidearietà, 6000 euro raccolti con l’asta dei cimeli del basket

    Circa 6mila euro raccolti grazie all’asta delle casacche storiche del basket che andranno a favore di famiglie bisognose. E’ un bilancio senza dubbio positivo quello della prima asta di Solidearietà chiusasi il 2 giugno: tanti i capi d’abbigliamento appartenenti alle “vecchie glorie” del basket ducale venduti nel corso dell’incanto via Facebook, con il ricavato devoluto interamente al Coordinamento del Volontariato che lo utilizzerà per sostenere un centinaio di nuclei familiari in difficoltà. «I pezzi più “pesanti” sono stati la maglia di Iellini, presa a 700 euro da un anonimo donatore lomellino, e canotta e pantaloncini di Bertolazzi – racconta Piero Marco Pizzi, uno dei patrocinatori del progetto, che rivela anche un commovente aneddoto legato all’asta – tra i cimeli c’era anche la maglia di Franzin, giocatore degli anni ‘70 trasferitosi in Piemonte e deceduto ancora giovane per un male incurabile.

    All’asta per il pezzo abbiamo visto che stava partecipando il figlio Marco, che aveva offerto 300 euro. All’unanimità abbiamo deciso prima di sospendere l’asta, assegnando la maglia a lui, e poi di pagare noi la quota. Marco e la sua famiglia hanno voluto comunque fare un’offerta per beneficenza.

    Molto soddisfatta anche Rossella Buratti, presidente del Coordinamento Volontariato: «La solidarietà c’è stata anche nei fatti: la maggior parte dei fondi verrà usata per la distribuzione di generi alimentari a un centinaio di famiglie in difficoltà individuate grazie alle associazioni Articolo 3, Oltremare e Contatto Donna. Alcune risorse, quelle provenienti da donazioni slegate dall’asta, sono state utilizzate per l’acquisto di pannolini e alimenti per l’infanzia; altre verranno staccate invece sul reperimento di strumenti informatici sempre per queste famiglie». La seconda parte dell’asta riguarderà memorabilia varie (foto, spille, gagliardetti, t-shirt, palloni) e ulteriori capi d’abbigliamento giunti in extremis, sempre legati al mondo del basket gialloblù: «Saremmo dovuti partire il 3, ma a livello organizzativo era impossibile: partiremo dunque il 15 giugno e chiuderemo il 30 dello stesso mese sulla nostra pagina Facebook Solidearietà – spiega Pizzi – assieme partirà una raccolta fondi, sempre su Facebook, dove chiunque potrà donare anche piccole cifra. A ognuno sarà poi dato, a estrazione, uno dei “cimeli” che non finiranno all’asta. Quello che ci ha fatto piacere è che alla nostra iniziativa non hanno partecipato solo vigevanesi: ci sono giunte offerte anche da Bologna, Lucca, Forlì, Omegna e Montecatini».

    Alessio Facciolo

    POPOLARI

    Addio ad Aldo Pollini

    Si è spento nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 marzo, dopo qualche giorno di ricovero in ospedale, Aldo Pollini, di anni 82...

    Coronavirus, al Beato Matteo calano i ricoveri

    «La mia impressione è che probabilmente abbiamo raggiunto il picco di contagi». Pietro Gallotti, direttore generale dell’Istituto Clinico Beato Matteo, avanza questa ipotesi perché...

    I canali ufficiali

    1,417FansLike
    81FollowersFollow
    - Advertisement -
    - Advertisement -

    Pubblicità

    Scrivici per informazioni sulle inserzioni, puoi promuovere la tua attività sul sito o sull'edizione cartacea: araldo@edizioniclematis.it