Mortara, al momento il rimpasto lo fa la minoranza

Un rimpasto è stato fatto, se così si può dire, ma per il momento non ha riguardato la maggioranza, bensì la minoranza. Il trasferimento della consigliera comunale Silvia Piani dalla Lega in Forza Italia non passerà comunque inosservato ed è lecito chiedersi quali ripercussioni potrà suscitare nella politica cittadina. La Lega si vede infatti ridurre la propria rappresentanza in consiglio: attualmente il partito del Carroccio può contare solo su Luigi Tarantola e Gigi Granelli. Forza Italia torna quindi, grazie al cambio di partito effettuato dalla Piani, ad accomodarsi in consiglio, pare tra i banchi dell’opposizione. All’interno della giunta continua a sussistere una situazione di stallo. Granelli, dai banchi dell’opposizione ed ex collega di partito della Piani, ha fatto sapere che continuerà a «portare avanti il mio lavoro».

SENSAZIONI Sul fronte della maggioranza che succede? Sussiste una situazione di stallo a livello politico: questa al momento è l’unica cosa certa, sulla quale non sembrano sussistere dubbi. Il sollevamento di Andrea Olivelli dai lavori pubblici ha dato il via ad una serie di riunioni che al momento fatica a trovare una conclusione logica. La lista civica ViviaAmo Mortara si era adoperata, nel corso delle scorse settimane, a consegnare al sindaco Ettore Gerosa una lettera in cui erano riportate tutte le mancanze inerenti proprio ai lavori pubblici, come tempistiche non rispettate e altro ancora. Oltre ai civici, anche all’interno di Fratelli d’Italia c’era chi non era proprio soddisfatto dell’operato di Olivelli. In bilico c’era e ci sarebbe tutt’ora anche Renato Ferraris, assessore al bilancio in quota ViviAmo Mortara. “Io comunque continuerò a svolgere il mio lavoro e il mio operato con professionalità, come del resto ho sempre avuto modo di fare. Il mio compito in qualità di assessore al bilancio è proprio questo”. Questo, senza tirarla troppo per le lunghe, il commento dello stesso Ferraris.

GLI EQUILIBRI Fratelli d’Italia al momento conta Laura Gardella, Piera Angela Salsa, Andrea Olivelli (che ha ancora altre deleghe, tra cui quella dello sport) e Cristina Maldifassi, che per quanto sia esterna, è da ritenersi comunque gerosiana. Ferraris invece rappresenta ViviAmo Mortara. I rapporti di forza sono 4-1, con la civica che, in virtù dei 903 voti ottenuti dalle amministrative del 2022, vorrebbe puntare ad un 3-2. Fuori Olivelli, dentro Michele Mazzitello, attualmente capogruppo della civica in consiglio? Questa era l’ipotesi più accreditata a prendere forma, con Fratelli d’Italia non propriamente d’accordo, che senza giri di parole avrebbe optato per un: “fuori uno dei nostri, fuori anche uno dei vostri”. L’equilibrio, fatte queste premesse, sembra reggere, allo stato attuale delle cose. C’è anche la suggestione di piazzare un tecnico a ricoprire l’incarico di Ferraris. Tante ipotesi, ma l’unica certezza è che al momento la situazione si dovrà monitorare ogni settimana, per non dire ogni giorno. Si prosegue quindi a mediare, ancora e ancora.

Edoardo Varese

Le ultime

Garlasco, coppie di sposi e fidanzati festeggiano san Valentino con la diocesi di Vigevano

Una tradizione da diversi anni fissa l’appuntamento nel sabato...

Conforto, cuore e anima per la pallamano

E’ l’anima e l’allenatore della pallamano Vigevano e ha...

Viaggio ad Assisi, l’esperienza sulle orme di Francesco

Un gruppo di famiglie della diocesi di Vigevano ha...

Viaggio in parrocchia / San Giorgio, una lunga storia ufficializzata nel 1772

La chiesa parrocchiale di San Giorgio è dedicata all’omonimo...

Login

spot_img