12.3 C
Vigevano
lunedì, Maggio 25, 2020
More
    Home Lomellina L'emergenza in Lomellina / Dorno, un punto di raccolta per beni di...

    L’emergenza in Lomellina / Dorno, un punto di raccolta per beni di prima necessità

    Domenica scorsa il sindaco di Dorno Francesco Perotti e la sua giunta si sono collegati dalla sede municipale di piazza Bonacossa con una diretta Facebook seguita da oltre 150 dornesi. Una diretta per recepire l’umore della gente ed anche ai dubbi a cui rispondere per affrontare meglio l’emergenza. Il primo cittadino e gli assessori Angelo Bosini, Paola Vai, Alberto Crotti hanno risposto alle domande loro rivolte da parecchi cittadini. Inoltre un importante annuncio.

    Ci stiamo organizzando – ha detto Perotti – per creare un punto di raccolta di beni di prima necessità che saranno destinati alle persone che sono in difficoltà economica conclamata. Tutto ciò avviene già nella normalità. Ora faremo ancora di più. Il tutto in collaborazione con la parrocchia e sapendo di poter contare sulla proverbiale generosità dei dornesi sempre pronti ad aiutare chi è in difficoltà.

    In tema di provvedimenti amministrativi sempre a Dorno sabato scorso di primo mattino consiglio comunale a porte chiuse ovviamente, e (novità in questo periodo rispetto ad altre realtà) con la presenza anche della minoranza. E A Dorno sindaco ed amministrazione comunale fanno gli straordinari cercando di dare rassicurazioni e risposte rispetto ad un generale senso di smarrimento dovuto da questo periodo di grande incertezza. Ma andiamo per gradi. «Sabato mattina alle 9 – spiega il sindaco Francesco Perotti – abbiamo approvato il bilancio di previsione 2020. Il documento è stato approvato con il voto favorevole della maggioranza. L’opposizione ha espresso voto negativo. Il documento importantissimo, specie in questo momento di emergenza, per poter regolare la vita amministrativa del nostro Comune, che pareggia intorno ai 5miloni di euro». Tra gli investimenti più importanti oltre 100mila euro saranno impiegati per la sistemazione di molte strade che saranno riasfaltate. Circa 70mila euro saranno invece investiti per il rifacimento della facciata monumentale del cimitero cittadino di via Papa Giovanni XXIII. In arrivo anche l’illuminazione con lampade a led alla scuola media: per questa voce 50mila euro. «Sono frutto – spiega Perotti – di un finanziamento ricevuto come contributo statale, a fronte del decreto di efficientamento delle strutture e immobili pubblici”. Il primo step riguarderà proprio l’istituto scolastico che ospita nella norma un centinaio di studenti delle classi medie». I lavori – saranno rivolti alla sostituzione di tutti i vecchi impianti di illuminazione con nuovi a tecnologia led.

    UN CONTRIBUTO PER I VOLONTARI In un momento così difficile l’amministrazione comunale di Garlasco ha pensato di anticipare il contributo di 5000 euro da destinare al Gruppo Volontari del Soccorso Garlaschese.

    «L’importo – dice il sindaco Pietro Farina – che avevamo comunque previsto nel bilancio di previsione 2020 da poco approvato era comunque destinata, come da convenzione all’ente che ha sede nella Cittadella del Volontariato di via Borgo San Siro. Vista l’emergenza che stiamo vivendo in queste settimane, abbiamo deciso di anticipare la somma che serve oggi ai volontari che con grande impegno stanno lavorando con professionalità ed ininterrottamente su una vasta fetta del territorio lomellino che non riguarda solo Garlasco». Davvero un super lavoro per il Gruppo dei Volontari del Soccorso Garlaschese impegnati h24 in situazioni spesso difficili e delicate, attualmente acuite dall’emergenza Coronavirus. Dalla sede della Cittadella del Volontariato ormai è un continuo via vai di ambulanze e mezzi di soccorso. Un triste stillicidio scandito dal suono delle sirene, in attesa che tutto possa finalmente tornare alla normalità.

    Mauro Depaoli

    POPOLARI

    Addio ad Aldo Pollini

    Si è spento nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 marzo, dopo qualche giorno di ricovero in ospedale, Aldo Pollini, di anni 82...

    Coronavirus, al Beato Matteo calano i ricoveri

    «La mia impressione è che probabilmente abbiamo raggiunto il picco di contagi». Pietro Gallotti, direttore generale dell’Istituto Clinico Beato Matteo, avanza questa ipotesi perché...

    I canali ufficiali

    1,336FansLike
    81FollowersFollow
    - Advertisement -
    - Advertisement -

    Pubblicità

    Scrivici per informazioni sulle inserzioni, puoi promuovere la tua attività sul sito o sull'edizione cartacea: araldo@edizioniclematis.it